News

E’ tutto pronto per la presentazione della lista civica “Circeo Futura” in corsa per le elezioni amministrative dell’11 giugno. Il candidato sindaco Giuseppe Schiboni presenterà la sua squadra ai cittadini martedì 16 maggio alle ore 20 presso il Circeo Park Hotel in via lungomare Circe 49.

Questi i nomi dei 12 aspiranti consiglieri comunali: Giandario Agulini, Fabio Beccari, Felice Capponi, Giovanni Casciaro, Vincenzo Cerasoli, Monia Di Cosimo, Marco Di Prospero, Luigi Di Somma, Ines Palazzi, Rita Petrucci, Rita Rossetto, Franco Tassini.

Esperienza amministrativa e rinnovamento per una squadra fatta di professionisti, imprenditori ed operatori che mettono a disposizione le loro competenze nei più svariati settori lavorativi per rilanciare il Circeo, dopo anni di crisi ed immobilismo amministrativo.

La stesura del programma elettorale è il frutto di un confronto costante con i cittadini e le più importanti categorie produttive del paese, in un’ottica di condivisione partecipata, nel corso di una serie di incontri che si tenuti negli ultimi mesi presso la sede di Circeo Futura. Proposte e suggerimenti venute da più parti sono diventate parte integrante del programma che sarà presentato agli elettori.

“Vogliamo riprendere dove abbiamo lasciato – dice Schiboni - perché crediamo che il nostro territorio ha bisogno di ripartire. Siamo convinti che negli ultimi anni lo sviluppo è stato frenato e soprattutto è mancata la politica a favore di tutti i territori, dal centro storico alle periferie. Il nostro pensiero e il nostro obiettivo è solo uno: il Circeo e i suoi cittadini”.

San Felice Circeo, 13 maggio 2017

ELEZIONI AMMINISTRATIVE
DEL COMUNE DI SAN FELICE CIRCEO (LATINA)
DOMENICA 12 GIUGNO 2022

CANDIDATO SINDACO
MONIA DI COSIMO
Nato a Terracina (LT) Il 15.10.1970

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

IL NOSTRO IMPEGNO

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è lo strumento per cogliere la grande occasione del Next Generation EU e rendere il nostro Paese più equo, verde e inclusivo, con un’economia più competitiva, dinamica e innovativa. Un insieme di azioni e interventi disegnati per superare l’impatto economico e sociale della pandemia e costruire un nuovo Circeo, intervenendo sui suoi nodi strutturali e dotando il Paese degli strumenti necessari per affrontare le sfide ambientali, tecnologiche e sociali del nostro tempo e del futuro.
Circeo futura continuerà la sua attività amministrativa, fondando la propria azione sugli obiettivi di trasparenza e sul dialogo continuo con i cittadini, per una politica al servizio della gente basata sulla fiducia e sulla collaborazione, per continuare a costruire insieme un nuovo Circeo.
In questo senso una volta eletti ci proponiamo con il nostro programma di dare continuità all’attività politica ed amministrativa appena trascorsa, partendo da una base consolidata e proiettandoci, nell’immediato, nel futuro con nuove idee ed al passo con i tempi.

Una nutrita rappresentanza dei commercianti di San Felice Circeo ha partecipato mercoledì sera a un incontro organizzato dal candidato sindaco Giuseppe Schiboni presso la sede di Circeo Futura. E’ stata l’occasione per fare il punto sulle proposte che la lista civica guidata da Schiboni ha elaborato per rivitalizzare un settore in forte crisi.

“Non si può non partire da un dato – ha detto il candidato sindaco – negli ultimi anni San Felice ha subìto un impoverimento generale che ha colpito tutte le categorie produttive compresa quella strategica del commercio. E’ mortificante vedere che nella classifica del reddito pro capite della provincia di Latina, il Circeo è passato dal 5° posto del 2008 al 23° posto del 2015 (dati del Ministero dell’Economia consultabili sul sito comuni-italiani.it). Per cambiare la rotta, serve un’amministrazione che sappia ascoltare le istanze degli operatori e fare fronte comune, perché solo così sarà possibile raggiungere traguardi importanti e sfruttare le enormi potenzialità che offre il nostro territorio. Non servono grandi opere ma occorre ripartire dall’ordinario: arredo urbano, riqualificazione del patrimonio urbanistico, sistemazione di strade e illuminazione”.

Un confronto costante con la categoria, dunque, che avverrà tramite assemblee periodiche dove saranno illustrate le attività poste in essere dall’amministrazione e accolte le eventuali richieste e suggerimenti.

“Creeremo degli sportelli ad hoc – ha proseguito Schiboni – come quelli per le imprese e per i giovani, formati da professionisti che sapranno indirizzare gli utenti alle varie modalità per accedere a finanziamenti e agevolazioni comunitarie. Non mancheranno incentivi alle attività commerciali che resteranno aperte tutto l’anno e non solo nel periodo estivo, tramite la decurtazione della tarsu e agevolazioni sull’occupazione del suolo pubblico”.

Un impegno, quello di Schiboni, che va di pari passo con il miglioramento dell’offerta turistica: “La creazione di occasioni di divertimento e svago per ospiti e residenti deve essere considerata una priorità. La nuova amministrazione dovrà individuare spazi pubblici adeguati all’intrattenimento notturno, delle vere e proprie zone dedicate alla musica (free night zone) rispettando al tempo stesso il diritto alla quiete e al riposo dei villeggianti. E saremo al fianco di quegli imprenditori che vorranno investire sul territorio con l’apertura di nuovi locali notturni. Ultima ma non meno importante – ha concluso Schiboni – la questione sicurezza, che passa attraverso il potenziamento della vigilanza soprattutto nel periodo estivo”.

 

San Felice Circeo, 12 maggio 2017

Il termine per l’approvazione del rendiconto esercizio finanziario è scaduto il 30 aprile e il comune di San Felice Circeo non ha ancora provveduto in consiglio comunale alla sua approvazione.

“Non fa neanche più notizia il ritardo in cui incorre l’attuale amministrazione per l’approvazione del rendiconto anno 2016 – dicono i consiglieri di opposizione Giuseppe Schiboni, Monia Di Cosimo e Vincenzo Cerasoli – Siamo stati abituati in questi cinque anni a continui ritardi ed omissioni, ad approvazioni oltre i termini e alla gestione “disinvolta” della materia contabile dell’Ente”.

Fa discutere, quindi, l’ennesima scivolata dell’attuale amministrazione che non solo non ha licenziato entro il termine il rendiconto di gestione anno 2016, ma non ha neanche convocato la relativa commissione consiliare per l’esame dei documenti e non ha fissato la data di discussione in consiglio comunale della relativa delibera consiliare di approvazione.

“La deliberazione di Giunta Comunale approvato lo scorso 11 aprile – dicono ancora i tre consiglieri – è solo l’avvio dell’iter di approvazione che non può essere assolutamente non rispettato (30 aprile) pena la diffida del Prefetto ad adempiere nel termine di 20 giorni e il conseguente scioglimento del consiglio comunale. Evidentemente la campagna elettorale in cui è impegnato il vice sindaco Eugenio Saputo e gli altri consiglieri di maggioranza ha fatto dimenticare a questi signori che i termini e le scadenze previste per legge vanno rispettate anche nella parte conclusiva dell’amministrazione. Abbiamo assistito in questi anni ad un metodo di lavoro irrispettoso delle regole e degli adempimenti, a una continua ed omissiva condotta e a un sistema di lavoro contrario alla legge e alle normali regole del buonsenso. Questi signori tra qualche settimana saranno nuovamente candidati ad amministrare il paese e questo modo di operare non è certo foriero di un futuro amministrativo certo, capace e qualificato”.

 

 

 San Felice Circeo, 4 maggio 2017

Seguici su Facebook

PostPopolari